Thomas Sankara a 30 anni dalla morte

La rivoluzione è la felicità

“La cosa più importante  è aver condotto il popolo ad aver fiducia in se stesso, a capire che finalmente può sedersi e scrivere la propria storia; può sedersi e scrivere la sua felicità; può dire quello che vuole. E allo stesso tempo, sentire qual è il prezzo da pagare per questa felicità”.

Il 15 ottobre 2017 è corso il 30° anniversario dell’uccisione di Thomas Sankara, ex presidente del Burkina Faso.

“Poco conosciuto fuori del continente nero, Sankara rimane nella memoria di molti africani. Agli occhi di molti, era colui che diceva la verità, che viveva vicino al suo popolo, che lottava contro la corruzione, che dava la speranza di vedere l’Africa ritrovare la dignità. Ma era ancor più di questo: uno stratega politico, un presidente creativo ed energico che si era impegnato fino al sacrificio supremo, una voce che gridava forti e chiare le rivendicazioni del terzo mondo” così lo descrive Gabriella Giudici in una pagina che ha dedicato a raccogliere materiali video e stralci dei suoi più celebri discorsi che invitiamo caldamente a consultare.

Kuminda lo vuole ricordare tramite le parole degli Emily Collettivo Musicale, gruppo musicale amico di Kuminda. Nell’ultimo loro disco dal titolo “Ordinario Dissenso” uscito a ottobre 2017, gli Emily hanno voluto scrivere e  cantare di Sankara …

“Oggi bisogna osare

inventare  futuro

e mai dimenticare

la nostra integrità

oggi bisogna sognare

con l’altra metà del cielo

come il Burkina Faso

Thomas Sankara”