La delegazione marocchina – chi sono gli ospiti

Gli ospiti dal Marocco per i Laboratori itineranti fra cibo e cultura

Chi sono i delegati 

Appartengono a diverse organizzazioni e provengono da territori con vocazioni differenti: dal Marocco rurale dei dintorni di Marrakech alla città di Rabat. Con la loro presenza, ci offrono una visione complessa e plurale di un paese che troppo spesso vediamo solo come luogo di migrazione.

Zoubida Charrouf è docente di chimica all’Università di Rabat ed è considerata la “madrina dell’olio d’argan” per essere stata la prima scienziata ad evidenziarne le proprietà benefiche. E’ inoltre un’importante punto di riferimento per le organizzazioni femminili che producono in modo sostenibile.

Jamila Amzil, presidentessa della cooperativa di produzione di olive Afourer, con una profonda conoscenza delle reti locali e una grande esperienza sia sugli aspetti tecnici che sull’attivazione delle comunità.

Badr Eddine Kartah, docente di chimica all’Università di Rabat e consigliere del Ministro dell’Istruzione e  Khalid Charrouf, esperto di informazione e gestione di aziende agroalimentari, entrambi implicati con grande esperienza nel sostegno a piccole realtà economiche dall’alto valore sociale.

Tutti intendono raccontarci come il popolo marocchino cerchi, nelle associazioni giovanili, nelle cooperative femminili, nelle aule universitarie, di lottare per raggiungere il pieno godimento dei diritti per tutti. E come vogliano farlo in rete con altri, ad esempio col territorio di Parma.